Voglio diventare una... Digital Business Manager

  • Di
  • 2022-09-13 - 6 minuti
banner

Digital Business Manager: una professione che concilia capacità organizzative e ottimizzazione nell’ambito digitale nata negli ultimi anni.

Entriamo nel vivo di questo ruolo con Annalisa, che ci racconta da vicino cosa vuol dire e come diventarlo!

Descriviti in 100 parole

Aiuto!

100 parole sono una bella sfida, ma amo le sfide!

Sono Annalisa dopo la laurea in lingue e comunicazione internazionale con una tesi in traduzione dal russo, inizio a lavorate nel settore hotellerie e gestione eventi. Divento in pochi mesi front office, location manager e assistente di direzione.

Dopo 10 anni decido di avviare il mio business online. Nel 2021 divento Professional Organizer specializzata in gestione del tempo e del lavoro associata APOI.

Oggi sono il braccio destro di tante imprenditrici digitali che adoro! Le supporto nella gestione di sistemi, processi di lavoro, progetti, team e collaboratori da remoto.

In cosa consiste il ruolo di Digital Business Manager?

Un digital o online business manager aiuta imprenditori e imprenditrici a gestire team e collaboratori da remoto, pianificare progetti digitali e assicurarsi che tutte le attività e tutti i passaggi vengano effettivamente portati a termine, ottimizzare sistemi e processi di lavoro in modo che l’imprenditore o l’imprenditrice possa focalizzarsi sul suo core business.

Lavoro principalmente con imprenditrici digitali e startup. Mi occupo di riconoscere tutti i passi che costituiscono un progetto in modo che tutte le task siano meno di effetto sovraccarico e che sia chiaro chi deve fare cosa entro quando.

Supporto le mie clienti in creare strategie ad alto livello per realizzare obiettivi di business, progetti e realizzare una visione che sia ben definita; ottimizzo i sistemi e i processi di lavoro per fare in modo che il business possa scalare in modo fluido ottimizzando anche il tempo e le risorse investite in ogni progetto o attività.

Non lavoro da sola, ma a stretto contatto con le mie clienti, sono il loro braccio destro e adoro i brainstorming e i confronti costruttivi continui che ho con loro.

Qual è la soft skill più importante che deve possedere una Digital Business Manager?

Innanzitutto l’empatia: è un lavoro che ti porta a comunicare tantissimo non solo con i tuoi clienti, ma anche con collaboratori esterni e membri del team.

Devi essere in grado di parlare direttamente e in modo accogliente con tutti coloro che si interfacciano con te affinché il lavoro fluisca bene e senza intoppi.

Deve essere paziente e accogliente, avendo a che fare con i progetti di altre persone, spesso, le richieste ti arrivano all’ultimo minuto e diventi un po’ il punto di riferimento anche dei momenti di crisi.

In queste situazioni devi essere paziente e sempre pronta a vedere il bicchiere mezzo pieno spingendo e dando entusiasmo a clienti e collaboratori.

L’altra grande soft skill decisamente la curiosità e la voglia di studiare.

Come tutti coloro che hanno a che fare con il digitale devi essere sempre pronta a trovare le soluzioni prima che si ponga il problema e in modo rapido ed efficiente.

Ultima soft skill è quella di essere disponibile all’ascolto attivo e la capacità di accogliere le critiche e gli appunti in modo sempre propositivo e costruttivo.

No scherzavo, ce n’è un’altra: desiderio di vedere i progetti dei clienti come se fossero i tuoi e prendertene cura in modo più forte che se fossero i tuoi.

La maggior parte di noi utilizza i social per parlare dei propri successi, ma la realtà è che siamo quel che siamo grazie al 90% dei nostri errori. Racconta il tuo più grande fallimento da quando lavori nel settore, che però ti ha reso ciò che sei.

Una cosa che mi contraddistingue è il mindset di crescita, quindi ho difficoltà a trovare fallimenti perché sono sempre delle enormi possibilità di crescita.

Forse il mio fallimento più grande, ma che poi mi ha aiutato tantissimo a fidarmi del mio istinto imprenditoriale è stato accettare uno dei miei primi clienti anche se l’istinto mi diceva che non sarebbe stato la persona giusta.

In effetti è stato così: per me lavorare per lui è stato un incubo e il mio servizio non è stato per niente apprezzato, però è stata l’occasione per definire con ancora più nettezza con chi voglio lavorare e ora infatti riesco ad accogliere tutti progetti che amo e che è un vero piacere veder crescere passo dopo passo.

Come fare per diventare una Digital Business Manager?

Esiste una certificazione al momento negli Stati Uniti, ma non è indispensabile per lavorare nel settore. Io ho frequentato il corso di una collega inglese che mi ha affascinato subito per il suo modo super pratico e per la sua esperienza che ho sentito molto simile alla mia.

Competenze necessarie sono legate all’ambito digitale quindi dimestichezza con le nuove tecnologie, una buona conoscenza del marketing e dei social, come dicevo anche prima una forte propensione a curare la tua comunicazione anche nei contatti diretti faccia a faccia, capacità di lavorare e gestire un team anche da remoto, saper essere sempre sul pezzo con le innovazioni tecnologiche e di business.

Parlando di successi, qual è il tuo prossimo obiettivo? Quale ruolo vorresti ricoprire entro i prossimi 3 anni?

Entro i prossimi 3 anni vorrei creare un mio corso per formare dei digital business manager, perché inizio a fare fatica a seguire i miei clienti e se dovessi lasciarli vorrei affidarli a qualcuno che conosco e che può entrare in contatto con me per risolvere problemi o difficoltà.

Quando inizio una collaborazione con qualcuno, mi riesce poi difficile lasciarlo e non seguirlo più; il mio progetto quindi è quello di creare una mia academy per digital business manager e assistenti virtuali e poi un’agenzia per poter formare e lavorare con persone che siano in grado di “seguire le mie orme”.

Conosci il tema gender gap in ambito STEM? Se sì, come fare per superarlo?

Assolutamente sì, lo conosco e lo sento ancora più vicino da quando ho iniziato a lavorare in questo campo e da quando sono diventata mamma di una splendida bimba. Ho firmato il manifesto Mind the STEM gap della Fondazione Bracco che è un’iniziatica di immenso valore per superare questo problema, anche se è ancora troppo poco noto.

Io personalmente sto cercando di implementarlo nell’educazione che sto dando a mia figlia e cerco di diffonderlo anche intorno a me.

Nel mio caso specifico, due anni fa a 34 anni, nonostante molti intorno a me spingessero al non metterti in gioco specialmente in un settore così nel quale è complesso farsi strada soprattutto come freelance ho deciso di non ascoltare nessuno, ma al contrario formarmi ancora di più in temi che ho studiato sempre come autodidatta da decenni e mettermi in gioco e non avrei potuto fare scelta migliore.

Ecco, con lo stesso spirito dovremmo reagire a tutti quelli che cercano di bloccarci con stereotipi e messaggi limitanti, se ci crediamo tutti insieme e passo dopo passo possiamo realizzare grandi cose!

Fiscozen è un servizio online per la gestione della Partita IVA che ti offre un commercialista dedicato specializzato nella tua professione che puoi contattare via chat, mail o telefono. Avrai a disposizione anche una dashboard da cui tenere tutto sotto controllo, emettere le fatture anche elettroniche (obbligatorie dal 2024) ed avere una previsione in tempo reale delle tasse da pagare. Dal link avrai la possibilità di prenotare una consulenza gratuita e senza impegno sia che tu abbia già Partita IVA sia che tu voglia aprirla.

Contatti

Post correlati

Partners

Community, aziende e persone che supportano attivamente il blog

Logo di Codemotion
Logo di GrUSP
Logo di Python Milano
Logo di Schrodinger Hat
Logo di Python Biella Group
Logo di Fuzzy Brains
Logo di Django Girls
Logo di Improove
Logo del libro open source
Logo di NgRome
Logo de La Locanda del Tech
Logo di Tomorrow Devs

Non perderti gli ultimi aggiornamenti, iscriviti a TheRedCode Digest!

La tecnologia corre, e tu devi correre più veloce per rimanere sempre sul pezzo! 🚀

Riceverai una volta al mese (o anche meno) con codici sconto per partecipare agli eventi del settore, quiz per vincere dei gadget e i recap degli articoli più interessanti pubblicati sul blog

Ci sto!

#TheRedComics

Luglio

A cura di Sophie Aiello, copy di Chiara Romano

Vuoi diventare #tech content writer? 🖊️

Se vuoi raccontare la tua sul mondo #tech con dei post a tema o vuoi condividere la tua esperienza con la community, sei nel posto giusto! 😉

Manda una mail a collaborazioni[at]theredcode.it con la tua proposta e diventa la prossima penna del blog!

Ma sì, facciamolo!