Voglio diventare una... Data Scientist & AI Specialist

  • Di
  • 2023-02-21 - 6 minuti
banner

Descriviti in 100 parole

Mi chiamo Francesca Cerruto, ho 25 anni e da un anno e mezzo lavoro come Data Scientist & AI Specialist. Sono una persona solare, empatica e molto chiacchierona. Adoro relazionarmi con gli altri e trascorrere del tempo con le persone. La mia creatività è sempre stata una parte importante della mia vita, sin da quando avevo sei anni ed ho iniziato a fare video editing. Il teatro e il canto mi hanno accompagnata fin da quando ero bambina, insegnandomi a comunicare e relazionarmi con gli altri senza filtri né paure.

Ho frequentato il liceo scientifico e grazie a un professore supplente ho scoperto di avere un talento nascosto nell’ambito informatico. Ho deciso di iscrivermi all’università e sin dal mio ultimo anno della triennale ho scoperto e coltivato la mia passione per l’intelligenza artificiale, che non fa che crescere sempre di più grazie al mio lavoro attuale.

In cosa consiste il ruolo di Data Scientist & AI Specialist ?

Non mi piace definirmi semplicemente come una Data Scientist, poiché sono affascinata da tutte le figure coinvolte nell’ambito dell’AI e sono sempre alla ricerca di comprendere e definire quale figura sia quella per cui sono più incline e appassionata.

Quindi, preferisco definirmi come Data Scientist & AI Specialist.

Il Data Scientist è come un mago dei dati che trasforma le montagne di informazioni in insight preziosi per prendere decisioni strategiche.

Dopo aver analizzato, pulito e trasformato i dati, si utilizzano modelli di machine learning complessi per costruire soluzioni di intelligenza artificiale ancora più avanzate.

Ciò che trovo meraviglioso di questo lavoro è la molteplicità dei attività che si svolgono, che dipendono dal dominio applicativo in cui si lavora.

Infatti, prima di poter analizzare i dati, è necessario studiare e comprendere il dominio specifico di riferimento. Si passa da compiti di NLP (ovvero analisi e sviluppo di testi in qualunque lingua), alla computer vision, ovvero la costruzione di modelli che apprendono informazioni da immagini, video, ecc., alla generative AI, dove si generano informazioni o si creano immagini, ai chatbot, e così via.

I domini applicativi possono spaziare dal settore medico all’accademico, dal business all’industria e così via.

Naturalmente, il lavoro di Data Scientist richiede anche di collaborare in team con altre figure, come i Data Engineer (gli esperti dei dati) e i Machine Learning Engineer (gli esperti dei modelli di ML), nonché tutti i colleghi full-stack che devono costruire i sistemi e le applicazioni che sfruttano i modelli di intelligenza artificiale costruiti.

In questo senso, il Data Scientist svolge un ruolo di coordinamento e di unione tra tutte queste figure specializzate.

Qual è la soft skill più importante che deve possedere una Data Scientist & AI Specialist ?

La soft skill più importante che dovrebbe avere una Data Scientist è il problem solving, unito a una buona dose di creatività. Infatti, il Data Scientist deve essere in grado di analizzare grandi quantità di dati, comprenderne le relazioni tra le variabili, individuare le cause dei problemi e trovare soluzioni efficaci.

Ciò richiede una mentalità analitica e critica, la capacità di raccogliere informazioni e di identificare i problemi, ma anche la flessibilità di pensiero per trovare soluzioni innovative e creative.

Inoltre, una buona comunicazione è essenziale per poter illustrare in modo chiaro e preciso i risultati ottenuti dalla risoluzione di un problema, in modo da poter condividere con gli altri membri del team le informazioni in modo efficace e supportare la presa di decisioni informate.

Nell’ambito dell’informatica e dell’intelligenza artificiale, non esiste un unico modo di risolvere un problema, ma ci sono molteplici approcci possibili. La creatività è quindi una skill fondamentale per trovare soluzioni uniche e innovative che si adattino alle esigenze specifiche di ogni progetto.

La maggior parte di noi utilizza i social per parlare dei propri successi, ma la realtà è che siamo quel che siamo grazie al 90% dei nostri errori. Racconta il tuo più grande fallimento da quando lavori nel settore, che però ti ha reso ciò che sei.

Sono una persona molto autocritica e tendo a giudicare spesso in modo negativo ciò che faccio, perché credo che questo mi aiuti a crescere e mettermi alla prova. Nonostante la mia giovane esperienza lavorativa, ho imparato molte lezioni importanti, soprattutto in ambito umano.

In passato, mi sono spesso sottovalutata e sminuita in alcune situazioni, dando spazio ai miei colleghi più anziani ed esperti, che hanno spesso preso le ragioni e i meriti a discapito dei miei.

Questo non mi ha fatto sentire all’altezza della mia professione e mi ha portato a dare per scontato che il rispetto mi fosse dovuto.

Tuttavia, questa esperienza mi ha insegnato a non sottostimarmi e a capire quanto valgo. Ho imparato a esprimere il mio punto di vista con educazione e umiltà, anche se sono giovane e meno esperta degli altri.

Ho capito che la mia opinione può essere utile e che, a volte, posso offrire un punto di vista diverso e interessante.

Come fare per diventare una Data Scientist & AI Specialist ?

Per diventare una Data Scientist, ho conseguito una laurea triennale in informatica e una laurea magistrale specializzata in data science e machine learning.

Esistono inoltre corsi di master o di perfezionamento che permettono di specializzarsi ulteriormente o addirittura di avviarsi a una carriera in questo settore. Inoltre, per accrescere la propria carriera e acquisire ulteriore esperienza, è possibile ottenere diverse certificazioni.

Tuttavia, oltre alla formazione accademica, è fondamentale avere una buona dose di creatività, passione e curiosità verso il mondo dell’intelligenza artificiale.

Queste caratteristiche possono essere altrettanto importanti quanto la formazione, in quanto aiutano a sviluppare l’innovazione e la capacità di pensiero critico necessarie per avere successo in questo campo.

Parlando di successi, qual è il tuo prossimo obiettivo? Quale ruolo vorresti ricoprire entro i prossimi 3 anni?

Ho numerosi sogni, soprattutto nell’ambito lavorativo. In particolare, il mio più grande obiettivo, da realizzare nei prossimi tre anni, è diventare una manager capace di gestire e guidare un team di data scientist, con cui condividere tutte le mie conoscenze e competenze.

Inoltre, ho un sogno nel cassetto ancora più ambizioso: desidero diffondere la mia passione per l’intelligenza artificiale in tutto il mondo. Amo parlare del mio lavoro perché rappresenta la mia più grande passione, e vorrei poter condividere con il maggior numero possibile di persone l’entusiasmo che provo nel lavorare in questo campo.

Conosci il tema gender gap in ambito STEM? Se sì, come fare per superarlo?

Ho affrontato personalmente la problematica della gender gap, e ne conosco bene il tema. Spesso, nel campo informatico, le donne (e non solo) sono ancora oggetto di pregiudizi e discriminazioni, come nel mio caso: durante gli anni universitari, i miei colleghi si prendevano gioco di me dicendo che, nonostante le mie movenze tipicamente femminili, non potevo essere una donna poiché troppo brava in informatica.

Come se la capacità di eccellere in questo campo fosse un’esclusiva prerogativa maschile.

Anche in ambito lavorativo, ho subito il pregiudizio di essere sottovalutata a causa della mia giovane età e del mio genere, finendo addirittura per non essere assunta in un’azienda solo perché donna.

Tuttavia, nel mondo dell’intelligenza artificiale e della data science, essere donna può rappresentare un vantaggio. In questo campo, infatti, la creatività è un elemento fondamentale e, come si sa, la creatività è una prerogativa femminile! 😉

Contatti

Post correlati

Partners

Community, aziende e persone che supportano attivamente il blog

Logo di Codemotion
Logo di GrUSP
Logo di Python Milano
Logo di Schrodinger Hat
Logo di Python Biella Group
Logo di Fuzzy Brains
Logo di Django Girls
Logo di Improove
Logo del libro open source
Logo di NgRome
Logo de La Locanda del Tech
Logo di Tomorrow Devs

Non perderti gli ultimi aggiornamenti, iscriviti a TheRedCode Digest!

La tecnologia corre, e tu devi correre più veloce per rimanere sempre sul pezzo! 🚀

Riceverai una volta al mese (o anche meno) con codici sconto per partecipare agli eventi del settore, quiz per vincere dei gadget e i recap degli articoli più interessanti pubblicati sul blog

Ci sto!

#TheRedComics

Luglio

A cura di Sophie Aiello, copy di Chiara Romano

Vuoi diventare #tech content writer? 🖊️

Se vuoi raccontare la tua sul mondo #tech con dei post a tema o vuoi condividere la tua esperienza con la community, sei nel posto giusto! 😉

Manda una mail a collaborazioni[at]theredcode.it con la tua proposta e diventa la prossima penna del blog!

Ma sì, facciamolo!